Scandalo e Amore: Lucrezia Buti e Filippo Lippi

“In Prato ancora vicino a Fiorenza dove aveva alcuni parenti, in compagnia di fra’ Diamante del Carmine, stato suo compagno e novizio insieme, dimorò molti mesi lavorando per tutta la terra assai cose. Essendogli poi, dalle monache di Santa Margherita, data a fare la tavola dell’altar maggiore, mentre vi lavorava gli venne un giorno veduta una figliuola di Francesco Buti cittadin fiorentino, la quale o in serbanza o per monaca era quivi. Fra’ Filippo dato l’occhio alla Lucrezia, che così era il nome della fanciulla, la quale aveva bellissima grazia et aria, tanto operò con le monache che ottenne di […]

Il grimorio di Papa Onorio III e altri testi di magia

“Tutti gli Spiriti essendo collegati con la Vecchia Religione, oggi chiamata stregoneria, non possono che essere venerati segretamente nell’oscurità” Leland 1892   Il grimorio è un trattato di magia, scritto sotto forma di libro, per contenere tutti i rituali di una mago o  di una strega. I più famosi grimori vennero scritti tra la fine del Medioevo e l’inizio del XVIII secolo e contenevano incantesimi, invocazioni ed evocazioni, corrispondenze astrologiche, gerarchie angeliche e demoniache, rimedi naturali usate come odierne medicine e pozioni per ogni esigenza, fabbricazioni di talismani e scongiuri. Uno dei più conosciuti è il “Grande Grimorio o Dragone Rosso“, un testo di […]

Alla scoperta di Vlad Țepeș e il castello di Dracula

“C’era una principessa, Elisabetta; era la donna più radiosa di tutti gli imperi del mondo. L’inganno dell’uomo la tolse al suo antico principe…ella si lanciò nel fiume di cui avete parlato. Nella mia lingua madre è chiamato Arges, il fiume della principessa”. (Dracula di Bram Stoker di Francis Ford Coppola.)

Ecate, dea degli incantesimi e degli spettri

Ecate è una divinità che amo moltissimo, e trovo la sua figura una delle più affascinanti e misteriose della mitologia. Posso dirvi che lei è la mia Dea in quanto strega Meroe. L’ho adorata dal primo momento che l’ho vista! Era bellissima e il suo sguardo mi aveva conquistata. Mi ha insegnato tantissime cose, ma prima fra tutte il rispetto e l’amore per ogni cosa del creato visibile e invisibile 🙂 Se verrà da voi, andatele incontro e non abbiate paura dei cagnolini che porta con sé, in realtà sono dolcissimi con le persone che trasmettono fiducia! Ah giusto! Mi raccomando, non fatela arrabbiare e […]

Le streghe nel cinema: i volti della magia!

Stamattina mi son svegliata di soprassalto con un gran male di schiena! Al mio risveglio, dopo un sabba, mi sono accorta che ero ancora al lago di Pilato sui monti Sibillini . E vi assicuro che era freddissimo! era tutto bianco attorno a me e allora mi son detta: “Ho voglia di una cioccolata calda e di un bel film!” Tornata nel mio piccolo castello, ho pensato a quale opera cinematografica avrei guardato e ho voluto scrivere proprio qui la mia lista di film/telefilm preferiti che parlano delle mie sorelle streghe! Ovviamente non sono tutti dei capolavori,  ma ogni film mostra […]

Aradia, il Vangelo delle Streghe

“Io sono la Figlia del Sole e della Luna. Io sono la Terra. Io sono l’amore della libertà che ho: l’amore degli Dei. E chiunque crede in me, deve essere anch’esso un figlio del Padre e della Madre che vivono in tutte le cose.” Aradia Come streghetta Meroe sono felice di  parlare della mia amica-dea Aradia! Ovviamente approfondirò tante divinità e tanti caratterini, tutti diversi tra di loro ma qui volevo incentrarmi sull’immagine di Aradia e di come è stata percepita nella storia del mondo. Signora di molte streghe mie amiche, Aradia si presenta sempre quando il tramonto inizia a sfumarsi di […]

Lucrezia Borgia, la signora dei veleni

Penso che se io morissi | e che con i miei mali finisse | il desiderio | un amore così grande si spegnerebbe | e il mondo intero rimarrebbe | senza amore. Yo pienso si me muriese | Y con mis males finase | Desear | Tan grande amor fenesciese | Que todo el mundo quedase | Sin amar.  Lucrezia Borgia, versi dedicati a Pietro Bembo

Erzsébet Báthory la Contessa Sanguinaria

[nextpage title=”Erzsébet Báthory”]Esattamente quattro secoli fa, il 21 agosto 1614, Erzsébet Báthory, in slovacco Alžbeta Bátoriová, morì a 54 anni, lasciandosi morire di fame, dopo essere stata murata viva nella torre del suo castello a Čachtice quattro anni prima, con solo una feritoia per ricevere il cibo.